Archivi tag: sistemi binari stretti

G2, la nube di gas ‘sopravvive’ al passaggio ravvicinato con Sgr A*

Qualche mese fa, ho pubblicato un post in cui vengono spiegate alcune ipotesi sulla mancanza di emissione di radiazione che ci si aspettava dall’interazione tra la nube di gas G2 e il buco nero della Via Lattea Sagittarius A* (Sgr A*). Oggi, però, un nuovo studio mostra come la nube G2 sia arrivata ad una distanza di circa 30 miliardi di chilometri dal buco nero sopravvivendo alla sua intensa attrazione gravitazionale. I risultati sono apparsi su Astrophysical Journal Letters.

Continua a leggere G2, la nube di gas ‘sopravvive’ al passaggio ravvicinato con Sgr A*

PSR J1023, si ‘accende’ una pulsar

Nel mese di Giugno del 2013, il satellite Fermi rivelò una variazione drammatica mai osservata prima in un sistema stellare binario peculiare contenente una stella di neutroni in rapida rotazione. I “radio fari” della pulsar scomparvero e allo stesso tempo l’emissione di alta energia sotto forma di raggi-gamma aumentarono di un fattore cinque. Continua a leggere PSR J1023, si ‘accende’ una pulsar

Scoperto il primo oggetto ‘candidato’ della classe di stelle ibride

Gli oggetti Thorne-Zytkow potrebbero originarsi quando una supergigante rossa (a sinistra) cattura una stella di neutroni (a destra). Credit: John Foster/Science Photo Library

In questi anni di numerose scoperte astronomiche non ci potevamo far scappare il primo oggetto ‘candidato’ appartenente ad una classe “teorica” la cui esistenza fu proposta nel 1975 da Kip Thorne e Anna Żytkow. Gli oggetti di tipo Thorne-Żytkow (TŻO) sono una sorta di stelle intermedie, cioè ibride, a metà strada, si fa per dire, tra una supergigante rossa e una stella di neutroni e che a livello superficiale ricordano le supergiganti rosse, come ad esempio Betelgeuse. Questi particolari oggetti esotici differiscono per le proprietà chimiche che sono dovute ad una attività unica presente negli strati stellari più interni. Si ritiene che la loro origine sia dovuta all’interazione gravitazionale di due stelle di grande massa, una supergigante rossa e una stella di neutroni che si è formata durante l’esplosione di una supernova in un sistema binario ‘stretto’. Nonostante il meccanismo fisico sia ancora incerto, la teoria più accreditata suggerisce che, a seguito dell’interazione tra le due stelle, quella più massiccia (la supergigante rossa) cattura la stella di neutroni che inizia così ad orbitare attorno al nucleo della supergigante.

University of Colorado Boulder: Astronomers discover first Thorne-Żytkow object, a bizarre type of hybrid star

Nature: Bizarre star could host a neutron star in its core

arXiv: Discovery of a Thorne-Zytkow object candidate in the Small Magellanic Cloud