Archivi tag: pianeti extrasolari

Identificati otto esopianeti dai ‘riccioli d’oro’

Gli astronomi hanno annunciato di aver trovato 8 nuovi esopianeti nella cosiddetta zona di “Goldilocks” che orbitano ad una distanza dalla propria stella dove l’acqua può esistere allo stato liquido. Questa scoperta raddoppia il numero di quei pianeti di piccole dimensioni, il cui diametro è circa due volte quello terrestre, che gli scienziati ritengono possano esistere nella zona abitabile. Tra questi 8 corpi celesti, i ricercatori ne hanno identificato 2 che sono molto simili alla Terra rispetto a tutti quelli che sono stati trovati fino ad oggi. I risultati di questo studio sono stati presentati al 225° meeting dell’American Astronomical Society (AAS).

CfA: Eight New Planets Found in “Goldilocks” Zone

arXiv: Validation of Twelve Small Kepler Transiting Planets in the Habitable Zone

Esolune, gli ambienti ‘più adatti’ per ospitare forme di vita?

In un post di qualche mese fa, ho riportato brevemente i risultati di una ricerca in base alla quale le esolune potrebbero rappresentare ambienti ideali per ospitare forme di vita. Di fatto, uno dei temi principali che devono affrontare oggi gli astronomi è quello dell’abilità planetaria, cioè la misura della capacità di un corpo celeste di sviluppare e accogliere la vita. Quale dimensione dovrebbe avere un pianeta per ospitare la vita? Quanto deve essere distante dalla sua stella ospite? Quale composizione chimica dovrebbe avere la sua atmosfera?

Continua a leggere Esolune, gli ambienti ‘più adatti’ per ospitare forme di vita?

HD 97658b, una super-Terra identificata con la tecnica della spettroscopia

Gli studi effettuati sul nostro Sistema Solare non ci permettono di arrivare a conclusioni certe in merito alle caratteristiche che esso può avere in comune, o meno, con gli altri sistemi planetari. Tuttavia, da quando la NASA nel 2009 ha messo in orbita il satellite Kepler, le cose stanno cambiando e oggi abbiamo una lista di oltre 4.000 esopianeti nella lista dei candidati. Si tratta di una prima indagine che ha lo scopo di rispondere ad una serie di domande aperte come, ad esempio, la seguente: sono più comuni i pianeti giganti e gassosi come Giove o Saturno oppure sono più rari i pianeti tipo terrestre?

Continua a leggere HD 97658b, una super-Terra identificata con la tecnica della spettroscopia

WASP-43b, realizzata una mappa della temperatura e del vapor acqueo

Un gruppo di astronomi hanno utilizzato il telescopio spaziale Hubble per realizzare una mappa dettagliata della temperatura superficiale di un esopianeta, denominato con la sigla WASP-43b, la cui massa risulta circa due volte quella di Giove e dove fa abbastanza caldo per fondere l’acciaio.  Continua a leggere WASP-43b, realizzata una mappa della temperatura e del vapor acqueo

WASP-94, due gioviani in una coppia di stelle

Una gruppo internazionale di astronomi guidati dai colleghi della Keele University hanno scoperto due esopianeti delle dimensioni di Giove che si trovano ciascuno in orbita attorno alle rispettive stelle che fanno parte di un sistema stellare binario. La maggior parte dei pianeti extrasolari noti orbitano attorno a stelle singole, come il Sole. Tuttavia, molte stelle fanno parte di sistemi binari, cioè stelle doppie che si sono originate dalla stessa nube di gas interstellare. Oggi, per la prima volta, i ricercatori hanno identificato due ‘gioviani caldi’ in una coppia di stelle.

Continua a leggere WASP-94, due gioviani in una coppia di stelle

Per la ricerca di ET aspettiamoci l’inaspettato

Qualche giorno fa abbiamo pubblicato un post in merito ad un congresso di Astrobiologia organizzato da Steven J. Dick, presidente del Baruch S. Blumberg NASA/Library of Congress in Astrobiology, che ha convocato scienziati, storici, filosofi e teologi di tutto il mondo per un simposio di due giorni presso la Biblioteca del Congresso. Gli argomenti avevano lo scopo di esplorare le varie implicazioni che la scoperta di una civiltà intelligente possa avere sull’umanità ma anche per discutere il significato della vita stessa e il nostro ruolo nell’Universo (post). Continua a leggere Per la ricerca di ET aspettiamoci l’inaspettato

L’origine dell’acqua nel Sistema Solare

Tutti sappiamo che l’acqua è di fondamentale importanza per lo sviluppo della vita sulla Terra ma è altrettanto importante per valutare la possibilità che la vita aliena si possa sviluppare su altri mondi. Identificare, perciò, la sorgente originaria di acqua sul nostro pianeta rappresenta una chiave di svolta non solo per capire come le condizioni ambientali nel corso del tempo sono state favorevoli per permettere l’evoluzione degli esseri viventi, ma anche per esplorare come questi processi possano esistere altrove nello spazio. Oggi, un nuovo studio condotto da un gruppo di ricercatori guidati da L. Ilsedore Cleeves della University of Michigan suggerisce che gran parte dell’acqua presente nel Sistema Solare si è originata con ogni probabilità sottoforma di ghiaccio presente nello spazio interstellareContinua a leggere L’origine dell’acqua nel Sistema Solare

L’influenza della rotazione planetaria sull’abitabilità

Esistono quasi 2000 esopianeti confermati anche se la maggior parte di essi sono giganti gioviani che presentano ambienti decisamente inospitali. Nonostante ciò, la missione del satellite Kepler ha permesso di identificare una manciata di pianeti rocciosi, più piccoli, che sono presenti nella cosiddetta zona abitabile e, forse, potrebbero ospitare ambienti più adatti allo sviluppo di qualche forma di vita biologica.

Continua a leggere L’influenza della rotazione planetaria sull’abitabilità

Laser robotici per la ricerca di esopianeti

Un gruppo di astronomi guidati da Christoph Baranec dell’Istituto di Astronomia presso l’Università delle Hawaii stanno sperimentando il primo laser robotico ad ottica adattiva (Robo-AO) per studiare migliaia di sistemi stellari alla ricerca di esopianeti con un potere esplorativo confrontabile con quello del telescopio spaziale HubbleContinua a leggere Laser robotici per la ricerca di esopianeti

Il futuro della spettroscopia per lo studio delle atmosfere planetarie

La scoperta di nuovi esopianeti ha il potenziale di offrire all’umanità un impatto mediatico sempre più importante mai come prima nella storia dell’astronomia. L’obiettivo primario rimane comunque la ricerca della vita oltre la Terra.  Continua a leggere Il futuro della spettroscopia per lo studio delle atmosfere planetarie