Archivi tag: formazione galattica

New Trends in Radio Astronomy in the ALMA Era – The 30° Anniversary of Nobeyama Radio Observatory

https://i0.wp.com/www.nro.nao.ac.jp/~nro30/Symposium2012/Welcome_files/poster.jpgNew Trends in Radio Astronomy in the ALMA Era – The 30° Anniversary of Nobeyama Radio Observatory – In 2012, we will celebrate the 30th anniversary of Nobeyama Radio Observatory (NRO) in National Astronomical Observatory of Japan (NAOJ).  Continua a leggere New Trends in Radio Astronomy in the ALMA Era – The 30° Anniversary of Nobeyama Radio Observatory

Pubblicità

Galassie ‘scure’ ai confini dell’Universo

Questa immagine profonda mostra una regione di cielo centrata sul quasar HE0109-3518.
Il quasar è individuato da un cerchio rosso al centro dell’immagine.
L’intensa radiazione del quasar ‘illumina’, per così dire, 12 galassie ‘scure’, individuate dai cerchi blu, che appaiono molto deboli nell’immagine. Dato che non sono presenti stelle, queste galassie non emettono luce e perciò non possono essere rivelate direttamente dai telescopi. Sarebbe così impossibile rivelarle a meno che non sono illuminate da una sorgente di radiazione esterna come quella associata ad un quasar di fondo.
Credit: ESO, Digitized Sky Survey 2 and S. Cantalupo (UCSC)

Le cosiddette ‘galassie scure’, cioè galassie appartenenti ad un’epoca primordiale della storia evolutiva dell’Universo e la cui esistenza è stata prevista ma mai verificata, potrebbero essere state rivelate oggi per la prima volta. Si tratta di oggetti ricchi di gas dove non sono presenti le stelle. La loro scoperta è stata  fatta grazie ad una serie di osservazioni condotte con il Very Large Telescope (VLT) dell’ESO quando esse vengono illuminate, per così dire, dalla radiazione emessa da un quasar. Queste galassie sono piccole, non sono molto efficienti per formare stelle e si ritiene che esse abbiano avuto un ruolo importante come ‘mattoni fondamentali’ per la formazione delle galassie che vediamo oggi molto più brillanti e ricche di stelle. Questi risultati ci permettono di avere ulteriori informazioni sui quei processi che hanno portato alla formazione delle prime galassie.

ESO Pub: Detection of dark galaxies and circum-galactic filaments fluorescently illuminated by a quasar at z=2.4