Archivi tag: ammassi globulari

Come ti peso la Via Lattea

L’emisfero settentrionale osservato dalla Sloan Digital Sky Survey. Si notano le scie di stelle molte delle quali si trovano all’interno della Via Lattea. Il cosiddetto “Palomar 5 stream” è quello più denso finora scoperto e rappresenta una sorta di calibratore di scala per studiare alcune proprietà della nostra galassia. Credit: Ana Bonaca

Cosa pensereste se il vostro medico vi dicesse che pesate tra 70 e 100 Kg? Con una bilancia possiamo fare molto meglio ma c’è un paziente per il quale ciò non è possibile: stiamo parlando della Via Lattea. Oggi, però, alcuni ricercatori del Dipartimento di Astronomia della Columbia University hanno sviluppato un nuovo metodo per ottenere una stima più precisa di quanto “pesa” la nostra galassia. Continua a leggere Come ti peso la Via Lattea

ALMA trova un ‘uovo cosmico’ che sta per schiudersi

Grazie ad una serie di osservazioni condotte con l’Atacama Large Millimeter/submillimeter Array (ALMA) gli astronomi hanno scoperto quello che potrebbe essere il primo esempio di ammasso globulare in formazione: si tratta di una nube di gas molecolare incredibilmente densa e massiccia, ancora priva di stelle. I risultati saranno pubblicati su Astrophysical Journal. Continua a leggere ALMA trova un ‘uovo cosmico’ che sta per schiudersi

Il mistero degli ammassi globulari di Cen A

La galassia ellittica gigante Centaurus A (NGC 5128) e i suoi ‘strani’ ammassi globulari che la circondano. Credit: VLT/ESO

Una serie di osservazioni condotte con il Very Large Telescope (VLT) dell’ESO hanno permesso di identificare una nuova classe di ammassi globulari “scuri” che circondano la galassia gigante NGC 5128 meglio nota come Centaurus A (Cen A). Continua a leggere Il mistero degli ammassi globulari di Cen A

Un ‘abbraccio cosmico’ di una famiglia di stelle

In questa nuova suggestiva immagine ottenuta dall’osservatorio dell’ESO, si possono ammirare stelle giovani disposte come in una sorta di “abbraccio cosmico” mentre sullo sfondo il panorama è dominato da nubi di gas e strisce di polvere. L’ammasso stellare, noto come NGC 3293, era probabilmente solo una nube interstellare circa dieci milioni di anni fa, ma appena le stelle hanno iniziato a formarsi è divenuto un gruppo di stelle brillanti che vediamo oggi. Ammassi come questi sono laboratori celesti che permettono agli astronomi di capire meglio come evolvono le stelle.

Continua a leggere Un ‘abbraccio cosmico’ di una famiglia di stelle

Ammassi stellari, formazione vs distruzione

Alcune simulazioni numeriche suggeriscono che solo gli ammassi stellari di grandi dimensioni che circondano la Via Lattea si sono salvati da una sorta di “massacro cosmico” avvenuto subito dopo il Big Bang. La Via Lattea è circondata da circa 200 sistemi stellari compatti che possono contenere ciascuno fino a qualche milione di stelle. Questi ammassi globulari hanno quasi la stessa età dell’Universo e si formarono quando emerse la prima generazione di stelle e galassie. Ora, un gruppo di astronomi tedeschi e olandesi, guidati da Diederik Kruijssen del Max Planck Institute for Astrophysics a Garching, hanno condotto una serie di calcoli numerici che hanno lo scopo di simulare la nascita e la formazione stellare. I loro dati indicano che solo gli ammassi stellari più grandi sono sopravvissuti ad una serie di gigantesche collisioni cosmiche avvenute circa 13 miliardi di anni fa e che hanno distrutto la maggior parte degli ammassi di dimensioni più piccole.

Animazione: Formation and evolution of the star cluster population in a galaxy merger
arXiv: Formation versus destruction: the evolution of the star cluster population in galaxy mergers