DeltaScutiMagnetic

Le stelle di tipo delta Scuti sono magnetiche

Una serie di osservazioni spettropolarimetriche realizzate mediante il Canada-France-Hawaii Telescope (CFHT) situato nelle Hawaii hanno permesso a Coralie Neiner dell’Observatoire de Paris (LESIA/CNRS/UPMC/Université Paris Diderot) e a Patricia Lampens del Royal Observatory of Belgium di scoprire il primo campo magnetico in una stella di tipo delta Scuti. Si tratta di una classe di stelle variabili alcune delle quali mostrano delle caratteristiche distintive che sono associate a un secondo tipo di pulsazione. La scoperta ha delle implicazioni importanti per comprendere gli strati più interni di questa classe di oggetti celesti. Lo studio è pubblicato su Monthly Notices of the Royal Astronomical Society.

Esistono due tipi di stelle pulsanti che hanno una massa compresa tra 1,5 e 2,5 masse solari: stiamo parlando, rispettivamente, delle stelle di tipo delta Scuti e gamma Doradus. Secondo la teoria dell’evoluzione stellare, quando tali stelle raggiungono una temperatura superficiale tra 6900 e 7400 Kelvin, esse possono esibire entrambe le pulsazioni: in altre parole, si parla di “stelle ibride”. Il satellite della NASA Kepler ha fornito una lista di oggetti candidati alcuni dei quali si trovano al di fuori dell’intervallo dei parametri fisici predetti dalla teoria. Nonostante non sia mai stato osservato alcun campo magnetico in una stella di tipo delta Scuti, Neiner e Lampens hanno studiato quei fenomeni fisici in grado di simulare il comportamento ibrido caratteristico di questa classe di oggetti. Una possibilità è data dalla presenza di un campo magnetico che produrrebbe una serie di spot sulla superficie della stella simulando le pulsazioni degli oggetti di tipo gamma Doradus. Le autrici hanno perciò proposto di analizzare HD 188774, un candidato oggetto ibrido osservato da Kepler, in modo da verificare la presenza, o meno, del campo magnetico. Basandosi su una serie di misure spettropolarimetriche ottenute mediante il telescopio CFHT, le ricercatrici hanno mostrato che di fatto la stella esibisce una chiara evidenza di un campo magnetico, il primo ad essere stato rivelato in una stella di tipo delta Scuti. Questo risultato mostra anche che il segnale associato al campo magnetico può essere confuso con quello delle pulsazioni che sono invece tipiche delle stelle di tipo gamma Doradus. Il fatto che HD 188774 sia in definitiva una stella di tipo delta Scuti in cui è presente un campo magnetico, e quindi non sia un oggetto ibrido, apre la prospettiva di una nuova interpretazione per tutti gli altri candidati osservati da Kepler, ma anche per le altre stelle pulsanti che si trovano in quel suddetto intervallo di massa. Le implicazioni che ne derivano sono decisamente importanti per comprendere la struttura più interna di tali stelle.

Royal Observatory of Belgium: First discovery of a magnetic field in a normal delta Scuti star
MNRAS: First discovery of a magnetic field in a main-sequence δ Scuti star: the Kepler star HD 188774
arXiv: First discovery of a magnetic field in a main sequence delta Scuti star: the Kepler star HD188774