GALHassin2015_locandina

Al GAL Hassin 2015 arriva il Nobel

Tutto pronto per la VII edizione del Premio GAL Hassin 2015, che si terrà ad Isnello (PA) dal 23 Agosto al 13 Settembre. Le giornate saranno arricchite da una serie di corsi tenuti da esperti e divulgatori scientifici.

Si inizia il 23 Agosto con una conferenza pubblica dal titolo L’Astronomia, la storia (mai raccontata) di una grande rivista a cura dell’astrofisico Corrado Lamberti che dal 23 al 24 Agosto terrà poi un corso di Cosmologia dal titolo Le Cefeidi, un metro per l’Universo. Il 30 Agosto, sarà la volta del geologo Marco Morelli che terrà una conferenza sul tema L’Universo e la Vita mentre dal 31 Agosto al 3 Settembre il suo corso di Scienze della Terra (e del Cielo) sarà dedicato al tema Tra Cielo e Terra. L’influenza della geologia e dell’astronomia sull’evoluzione della vita sulla Terra.

LOCANDINA GALHassin 2015
Courtesy: G. Mogavero/Comune di Isnello (PA)

Gli eventi principali che caratterizzeranno il GAL Hassin di quest’anno saranno maggiormente concentrati dall’11 al 13 Settembre. In particolare, l’11 Settembre Emanuele Pace, del Dipartimento di Fisica e Astronomia Università di Firenze, terrà una conferenza dal titolo Oltre il Sistema Solare verso mondi alieni e Fughe astronomiche. Rivoluzioni nella scienza e nella musica dal 1600 al 1800 sarà l’argomento della conferenza tenuta da Fabrizio Fiore, direttore dell’Osservatorio Astronomico di Roma. Nella giornata del 12 Settembre sarà la volta di Mario Di Martino, dell’Osservatorio Astrofisico di Torino, che parlerà di Comete e pianeti nani visti da vicino. La cometa Chury e i pianeti nani Cerere e Plutone osservati dalle sonde spaziali. Sempre nella stessa giornata, Water, a gift from the Stars (co-produzione ESA – UNESCO) sarà l’argomento che presenterà Paola Antolini, Responsabile COSPAR per l’ Educazione e la Diffusione della Cultura Scientifica. Il Sindaco di Isnello, Giuseppe Mogavero, presenterà il progetto del Parco Astronomico delle Madonie, dal titolo Il PAM del futuro, e a seguire la conferenza del Professor Giovanni Bignami, Presidente dell’INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica) sarà dedicata all’Oro dagli asteroidi e asparagi da Marte. Realtà e miti dell’esplorazione dello spazio. Ma il momento più importante della giornata vedrà la presenza del Premio Nobel per la Fisica 2006 Professor George Fitzgerald Smoot, nominato dal Presidente degli Stati Uniti Barak Obama “responsabile per il programma di educazione scientifica in America”. Smoot terrà una lectio magistralis sull’Universo primordiale ed in particolare sulla radiazione cosmica di fondo, la luce più antica che siamo in grado di osservare e studiare, dal titolo Mapping the Universe and its history. Nella giornata conclusiva del 13 Settembre interverranno l’Architetto Paolo Redaelli che parlerà del Museo del GAL Hassin, Paolo Spanò dell’Osservatorio Astrofisico di Arcetri che presenterà una conferenza dal titolo I colori delle Stelle: dalla luce degli astri alla loro natura e Andrea Santangelo direttore del Dipartimento di Astrofisica delle Alte Energie dell’Istituto di Astronomia dell’Università di Tübingen la cui conferenza avrà come titolo Non solo luce: l’Universo delle particelle.

Intanto, il progetto del Parco Astronomico delle Madonie, un’opera finanziata con 7,5 milioni di fondi CIPE oltre a immobili, strutture e servizi messi a disposizione dal Comune di Isnello, si configura sempre di più come Centro Internazionale per le Scienze Astronomiche e che, grazie ad un recente contributo da parte del MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’ Università e della Ricerca) di € 1.000.000,00, inizierà a breve le attività di divulgazione e didattica. Secondo quanto riporta l’Ufficio Tecnico, i lavori sono quasi al 90 per cento e si stanno definendo quelli su Monte Mufara dove sarà installato un telescopio robotico da 1m a grande campo. Al momento, sono stati quasi ultimati i lavori edili delle strutture e ora si sta provvedendo per le forniture delle strumentazioni e arredi.

Per maggiori informazioni: www.comune.isnello.pa.it