The ghostly shells of galaxy ESO 381-12 are captured here in a new image from the NASA/ESA Hubble Space Telescope, set against a backdrop of distant galaxies. The strikingly uneven structure and the clusters of stars that orbit around the galaxy suggest that ESO 381-12 may have been part of a dramatic collision sometime in its relatively recent past.

Una galassia ‘in fiore’

L’immagine della galassia ESO 381-12 ripresa dal telescopio spaziale Hubble. Credit: NASA, ESA, P. Goudfrooij (STScI)

Una nuova immagine fornita dal telescopio spaziale Hubble ha permesso di fotografare gli inviluppi “spettrali” della galassia ESO 381-12. La struttura straordinariamente irregolare e gli ammassi di stelle che orbitano attorno alla galassia suggeriscono che ESO 381-12 possa essere stata parte di una drammatica collisione in un passato relativamente recente.Situata a circa 270 milioni di anni-luce nella costellazione meridionale del Centauro, ESO 381-12, nota anche come PGC 42871, è classificata come galassia lenticolare, cioè un oggetto ibrido che possiede le proprietà sia delle galassie a spirale che di quelle ellittiche. Gli inviluppi che si protendono verso l’esterno sono molto rari in questo tipo di galassie e la loro origine rimane un mistero. Si ritiene che PGC 42871 possa aver interagito nel recente passato con un’altra galassia, un processo che avrebbe prodotto una serie di onde d’urto come quelle che si generano in uno stagno. Queste interazioni galattiche (merger) sono processi violenti che distruggono il materiale presente all’interno delle galassie cambiando completamente il loro aspetto anche in termini della loro evoluzione futura. Molto probabilmente, l’evento ha dato il via ad un’ondata di formazione stellare in tutta la galassia, portando alla nascita di numerose stelle giovani e calde. Gli astronomi hanno studiato l’oggetto in dettaglio essendo la sua struttura alquanto insolita. Tra l’altro, ESO 381-12 è stata una delle galassie del campione esplorato dalla Hubble’s Advanced Camera for Surveys durante uno studio recente sulle proprietà di questa categoria di galassie che si sono formate a seguito di merger alcuni miliardi di anni fa. Nell’immagine, si nota a destra un’altra galassia, ESO 381-13 o PGC 42877, un oggetto interessante caratterizzato da una attiva fertilità stellare e dove è visibile la polvere. Ad ogni modo, entrambe le galassie si trovano ad una distanza molto simile dalla Terra e, nonostante le loro differenze, potrebbero trovarsi in una fase di interazione.

HST: A galaxy in bloom

Panning across ESO 381-12: video