ngc4261

I buchi neri esistono…davvero!

In questi giorni, i titoli dei media online e di alcuni blog stanno riportando la notizia secondo cui “i buchi neri non esistono”. In realtà non è proprio così! I buchi neri esistono eccome.

Lo sappiamo dalle osservazioni astronomiche. Inoltre, lo sappiamo dallo studio delle orbite delle stelle in vicinanza del centro galattico, dove risiede un buco nero supermassiccio, chiamato Sagittarius A*. Ma ci sono altre prove indirette correlate ai sistemi binari formati da due buchi neri (come nel caso di OJ287), agli oggetti di massa stellare, ai buchi neri di massa intermedia. Possiamo addirittura osservare gli effetti della gravità su una nube di gas mentre viene disintegrata dal buco nero della Via Lattea. E possiamo realizzare “immagini” di buchi neri come nel caso della galassia ellittica NGC 4261. Dunque, i buchi neri esistono davvero!

Ma allora cosa stanno riportando i media? Il tutto ha avuto inizio con una “notizia esca” che riguarda un recente lavoro di Laura Mersini-Houghton, una professoressa di fisica alla University of North Carolina a Chapel Hill, sulla formazione di buchi neri di massa stellare (post). L’articolo non è stato ancora sottoposto a revisione e si tratta comunque di una estensione relativa ad un lavoro precedente che invece è stato accettato per la pubblicazione. L’argomento principale di entrambi i lavori riguarda il paradosso dell’informazione del buco nero ed in particolare come la radiazione Hawking potrebbe influenzare il collasso gravitazionale di una stella fino a formare un buco nero.

2 pensieri su “I buchi neri esistono…davvero!”

I commenti sono chiusi.