ATLAS LHC

I risultati del CERN presentati a ICHEP 2014

Il direttore generale del CERN Rolf Heuer ha presentato alla 37° conferenza internazionale di fisica delle alte energie (ICHEP 2014), svoltasi dal 2 al 9 Luglio a Valencia in Spagna, i risultati del Run-1 relativo ai quattro esperimenti di LHC (ATLAS, CMS, LHCb, ALICE) terminati nel 2013.

Per quanto riguarda ATLAS e CMS, l’analisi dei dati relativi al meccanismo Brout-Englert-Higgs (BEH) ha permesso di raggiungere una conclusione: la particella di Higgs si comporta in modo consistente con il modello standard (vedasi I dati di CMS suggeriscono un Higgs alquanto ‘standard’). Nonostante ciò, l’analisi BEH non esclude il fatto che possano esistere dei processi ancora sconosciuti e perciò con i prossimi esperimenti (Run-2) che saranno realizzati ad energie più elevate si spera che saranno prodotti “più Higgs” e quindi si otterranno nuove informazioni. Il modello standard descrive con precisione elevata le proprietà ed il comportamento delle particelle elementari anche se sappiamo che la percentuale di materia ordinaria presente nell’Universo costituisce solamente il 5%. Cos’è il resto? Materia scura ed energia scura per cui c’è ancora molto da scoprire. La supersimmetria, quella teoria che prevede l’esistenza di particelle non ancora osservate, rappresenta un possibile candidato della materia scura e potrebbe tener conto del 27% del contenuto totale materia-energia. Gli esperimenti condotti nel Run-1 hanno escluso un certo numero di modelli supersimmetrici perciò ci si aspetta che il Run-2 possa fornire nuove opportunità.

Guidato da ALICE, che ha lo scopo di esplorare il plasma quark-gluoni, cioè lo stato super denso e caldo della materia che sarebbe esistita nei primissimi istanti dopo il Big Bang, tutti i dati degli esperimenti hanno permesso di ottenere preziosi indizi su questa forma esotica della materia. Invece l’esperimento LHCb, che si occupa di studiare con elevata precsione le particelle che vivono un brevissimo istante della loro vita, ha fornito tutta una serie di risultati che riguardano varie tematiche, dal plasma quark-gluoni all’asimmetria barionica.

Dopo 18 mesi di manutenzione, il complesso degli acceleratori di particelle del CERN stanno entrando nella fase operativa ad eccezione di LHC che inizierà le attività di ricerca nella primavera del 2015.

CERN: Results from CERN presented at ICHEP in Spain

Webcast: All the latest from ICHEP 2014

Un pensiero su “I risultati del CERN presentati a ICHEP 2014”

I commenti sono chiusi.