Cassini_Saturn_Orbit_Insertion

Cassini compie 10 anni: tante le scoperte sul sistema di Saturno

Il logo della Cassini nel suo decimo anniversario, 30 Giugno 2014. Credit: NASA/JPL
Oggi ricorre il decimo anniversario della sonda Cassini, una missione congiunta NASAESAASI sul sistema di Saturno e delle sue lune. La sonda, che trasportava il lander europeo Huygens, entrò nell’orbita del gigante il 30 Giugno 2004 per una missione che inizialmente doveva durare quattro anni.
Nel 2008, Cassini terminò la sua missione principale di quattro anni e proseguì realizzando decine di sorvoli ravvicinati su Titano, Encelado e sul sistema degli anelli di Saturno. Credit: NASA/JPL

Successivamente, dal 2008 la NASA decise di prolungare la missione ancora di tre anni permettendo così agli scienziati di acquisire preziose informazioni sui cambiamenti climatici durante la fase in cui il “signore degli anelli” ed il suo seguito avevano completato già un terzo dell’orbita attorno al Sole che viene percorsa in quasi 30 anni. Ciò ha permesso di assistere per la prima volta a particolari eventi che hanno cambiato la nostra comprensione su come si formano i sistemi planetari e sulle condizioni di abitabilità per lo sviluppo di eventuali forme di vita.

Grazie alle centinaia di gigabytes di dati inviateci da Cassini, sono stati pubblicati oltre 3000 articoli scientifici. Quella che segue è la “top ten” delle principali scoperte:

Maggiori dettagli su questa lista delle 10 migliori scoperte su Saturno si trovano alla pagina Cassini 10 Years at Saturn Top 10 Discoveries mentre una galleria di immagini spettacolari selezionate dai ricercatori si trovano alla pagina Cassini 10 Years at Saturn Top Images.

NASA: Cassini Celebrates 10 Years Exploring Saturn


I suoni registrati da  Cassini su Saturno
  • Prima di entrare in orbita nel 2004, la sonda Cassini si trovò di fronte al sistema degli anelli. Essa venne bombardata da oltre centomila particelle di polvere in meno di cinque minuti. Mentre l’antenna faceva da scudo, i rivelatori di onde radio e plasma registravano gli impatti. La sonda rimase indenne e continuò a funzionare perfettamente [audio].
  • La sonda Cassini registrò dei suoni radio molto intensi, che fanno quasi rizzare i capelli,  provenienti dalle regioni più esterne del sistema di Saturno. Le onde radio sono state convertite in audio a frequenze udibili e sono dovute alle aurore polari simili a quelle che avvengono sulla Terra [audio].
  • Ecco i primi suoni registrati dalla sonda Cassini. Mentre iniziava la missione, gli scienziati si posero questa domanda: quanto dura il giorno su Saturno? I dati di Cassini indicarono 10 ore, 45 minuti e 45 secondi. Tuttavia, si tratta di un periodo che è più lungo di 6 minuti circa rispetto a quello misurato dalle sonde interplanetarie Voyager 1 e Voyager 2, che sorvolarono rispettivamente il pianeta nel 1980 e nel 1981. Gli scienziati stanno cercando di trovare una spiegazione sulle modalità con cui la profonda rotazione delle regioni più interne di Saturno determina l’impulso radio [audio].
I suoni registrati da Huygens su Titano
  • L’audio riproduce gli echi radar da un mondo alieno registrati dalla sonda Huygens staccatasi nel Gennaio del 2005 dalla Cassini mentre discende sulla superficie di Titano, la luna più grande di Saturno. Man mano che la sonda si avvicina alla superficie di Titano l’intensità dei suoni dovuti agli echi radar aumenta [audio].
  • Questo audio è una ricostruzione dei suoni registrati da un microfono a bordo di Huygens mentre discende su Titano. Diversi suoni, catturati su tempi diversi, sono stati combinati per ottenere una riproduzione realistica di ciò che un passeggero a bordo della sonda avrebbe potuto ascoltare in un minuto durante la discesa nell’atmosfera [audio].

sky_saturn_jul2014Durante queste sere estive di Luglio, Saturno è abbastanza brillante e può essere osservato guardando verso Sud-Ovest, nella costellazione della Bilancia. Poco più a Ovest si trova Marte che sarà visibile nella costellazione della Vergine.

Un pensiero su “Cassini compie 10 anni: tante le scoperte sul sistema di Saturno”

I commenti sono chiusi.