planetary_system

A caccia di metano nelle atmosfere planetarie

Un gruppo di ricercatori della University of College (UCL) di Londra e della University of New South Wales (UNSW) in Australia hanno sviluppato un metodo efficiente che permetterà di rivelare tracce di vita su altri mondi. L’idea è quella di identificare un idrocarburo semplice, il metano, detto anche impropriamente gas di città, essendo quest’ultimo una miscela di più gas, che rappresenta la molecola organica più semplice e la più riconosciuta per trovare segni di vita aliena. La tecnica permetterà di capire, per la prima volta, se esistono molecole ad alta temperatura, ben al di sopra di quelle terrestri, fino a 1220°C. Dunque, gli astronomi analizzeranno lo spettro delle atmosfere planetarie per vedere come esse assorbono la luce stellare a varie frequenze. Quindi, il passo successivo sarà quello di confrontare i dati ottenuti con il modello che permetterà di identificare le varie molecole.

UCL: Hunt for extraterrestrial life gets massive methane boost

arXiv: The spectrum of hot methane in astronomical objects using a comprehensive computed line list

Un pensiero su “A caccia di metano nelle atmosfere planetarie”

I commenti sono chiusi.