Dalle stelle giovani nuovi indizi per la ricerca di esopianeti

La ricerca di mondi alieni attorno ad altre stelle sta mostrando come i pianeti extrasolari siano presenti numerosi nella Via Lattea e ciò permette agli astronomi di avere diverse indicazioni su come condurre le osservazioni per scoprire nuovi esopianeti .

Evgenya Shkolnik, un astronomo presso l’osservatorio Lowell, e il suo gruppo di ricerca hanno pubblicato un articolo nel quale forniscono una serie di metodi per dare la caccia ai pianeti di altre stelle. Esaminando nuovi dati e quelli già esistenti sia sulle stelle che sulle nane brune, che hanno una età inferiore a 300 milioni di anni, gli autori hanno individuato 144 sistemi stellari, di cui 20 sono candidati molto interessanti. Questa lista dei candidati viene monitorata con una campagna di osservazioni denominata Gemini’s NICI Planet-Finding Campaign e con la survey Planets Around Low-Mass Stars (PALMS) survey, guidate da Michael Liu astronomo presso l’Istituto di Astronomia dell’Università delle Hawaii. Analizzando gli spettri e i moti delle stelle, Shkolnik ei suoi collaboratori sono stati in grado di derivare l’età di ogni singola stella. Dal momento che stelle di piccola massa sono piccole e deboli, esse possono essere considerate dei buoni candidati dove si spera si possano rivelare i pianeti. Non solo, ma le stelle giovani rendono ancora più semplice l’obiettivo della ricerca in quanto ci si aspetta che i pianeti siano in formazione e perciò sono ancora caldi e luminosi. Per ricavare questa lista di candidati, i ricercatori hanno passato al setaccio, per così dire, i dati di circa 8700 stelle che sono distribuite in un raggio di 100 anni-luce rispetto al Sole. Dunque, dal momento che stelle di piccola massa sono quelle più comuni, ci aspettiamo che la maggior parte dei pianeti si trovino in questi sistemi stellari. L’individuazione delle versioni giovani di queste stelle risulta di fondamentale importanza per capire il censimento galattico dei pianeti extrasolari. “Queste stelle giovani ci indicano la via. E se esisteranno pianeti di tipo Giove quasi sicuramente li troveremo“, conclude Shkolnik.

[Press release: Lowell astronomer, collaborators point the way for exoplanet search]

arXiv: Identifying the young low-mass stars within 25 pc. II. Distances, kinematics and group membership