La nostra galassia è circondata da un alone di materia scura

Abbiamo da sempre saputo che la Via Lattea, la nostra galassia, ha la forma di un disco a spirale, ma in realtà dobbiamo dire che non è così se teniamo conto della distribuzione di materia scura, quella componente di materia non visibile e misteriosa che costituisce meno di un quarto di ciò che è fatto l’Universo e di cui gli astronomi ignorano ancora la sua vera natura. La notizia recente è che l’alone di materia scura che avvolge la Via Lattea, e che rappresenta quasi il 70% della massa galattica, ha la forma di un pallone da spiaggia schiacciato.

Anche se la materia scura è completamente invisibile, tuttavia sappiamo che essa è soggetta alle leggi della gravità e questo ci permette di verificare l’esistenza degli aloni di materia scura, e dunque la loro forma, tracciando le orbite delle galassie nane che orbitano attorno alla Via Lattea. Ora, per tracciare l’orbita di un oggetto occorre misurare la sua posizione in diversi punti. Sfortunatamente, le galassie nane impiegano almeno un miliardo di anni per compiere un orbita completa attorno alla Via Lattea. Per fortuna, però, gli astronomi non devono aspettare così tanto tempo. Infatti, le galassie nane sono fatte anch’esse da miliardi di stelle. Dunque, quando le forze di marea dovute ad una galassia gigante, come la nostra, agiscono su una galassia nana, il risultato è la formazione di una “scia di stelle” che seguono l’orbita della galassia nana. Un gruppo di ricercatori guidati da David Law, dell’Università della California a Los Angeles, è stato in grado di ricostruire l’orbita della galassia nana Sagittario. C’era però un problema perché dato che parti diverse della galassia nana seguivano orbite diverse ciò ha portato alla ricostruzione di un alone di materia scura caratterizzato da forme diverse. Infatti, utilizzando modelli tri-assiali per ricostruire appunto la forma dell’alone galattico, il risultato migliore che essi hanno ottenuto è una forma geometrica che ricorda un pallone da spiaggia con i lati leggermente schiacciati.

Law e collaboratori sperano di poter monitorare le orbite delle altre galassie nane per definire ancora meglio il loro modello e studiare dalla particolare forma dell’alone galattico come mai la nostra galassia ha assunto la sua attuale orientazione spaziale.

2 pensieri riguardo “La nostra galassia è circondata da un alone di materia scura”

I commenti sono chiusi.